Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

MONDIALI JESOLO 2021, CHE SUCCESSO I COLLEGIALI DI KICK LIGHT A MONTE DI MALO (VI) E BRACCIANO (ROMA)

images/joomgallery/thumbnails/photogallery_8/kickboxing_9/collegiale_kick_light_131/large/campiglia_2_20211005_1798588960.jpeg

Giorni intensi e pieni di entusiasmo. I collegiali della Nazionale italiana di Kick Light sono stati l’occasione per prendere ancor più confidenza con il ritmo gara e per rafforzare i legami di squadra.

Nuovi stimoli, importanti e forti, grazie alla ripartenza delle competizioni Internazionali, ossia gli imminenti Mondiali di Jesolo Senior e Master e gli europei, calendarizzati nell’insolito mese novembre, delle giovanili.

Monte Malo e Bracciano si sono rivelate due tappe fondamentali per rinsaldare e far conoscere dinamiche di squadra, senso di appartenenza, spirito di gruppo e voglia di condividere le esperienze emotivamente intense che attendono le nostre nazionali.

I Direttori Tecnici Nazionali Campiglia, Portaro e Marangon (rispettivamente Coordinatore e D.T. , D.T. ed Allenatore) hanno così avuto la possibilità di impartire direttive e dispensare consigli certamente utili per l’approccio a queste importanti competizioni , tanto più che occorreva “registrare” e memorizzare tante nuove regole che verranno messe in pratica dagli arbitri nel corso dei tornei .

Felice lo storico DTN Bruno Campiglia che ci ha raccontato: “Novità che riguardano il nuovo approccio del clinch, il conteggio preventivo (fino a tre) e cautelare ma anche disciplinare, il corretto ed implementato regolamento sanitario. Insomma, tanta materia di lavoro che meriterebbe ancor più tempo da dedicare, ma che comunque ha mantenuto alta l’attenzione degli atleti, venuti numerosi e volitivi a tutti e due gli appuntamenti. Abbiamo poi lavorato sui block, sugli spostamenti, sui tempi di rientro e le uscite al punto in chiusura delle azioni. In sostanza questi gli argomenti trattati con scrupolosa applicazione e fantasia tecnica, sempre rispettando l’estro dell’atleta ed il grande lavoro dei tecnici di Società”. E aggiunge: “Non solo ma il piacere  di stare insieme e di vedere interessarsi alla disciplina anche D.T. di risonanza mondiale come l’amico Gianfranco Rizzi del Point (Italia e Bulgaria le compagini guidate fino ad un recente passato oltre che creatore e deus ex machina del Best Fighter) e Biagio Tralli della Low Kick. Accanto a loro gli affermati campioni mondiali come Cristina Caruso del KL , Full E K1  Pro - che in effetti qui ha mosso i primi passi e qui ha vinto il primo titolo Mondiale dei molti poi aggiunti al suo palmares -  i fratelli Lulaj, Elios ed Emanuele (campioni italiani di K1 rispettivamente già Campione del Mondo Junior e Campione Mondiale Pro WCTS), le campionesse Italiane Nikole Carassiti (K1) e Chiara Mosetti (LK) , tutti in procinto di partecipare ai Mondiali di Jesolo. Uno stimolo in più che di fatto alzato l’asticella dell’entusiasmo, specialmente dei nostri giovanissimi ragazzi e ragazze che alcuni li conoscevano solamente attraverso internet ed i social”.

Chiusura da combattente per il Maestro Bruno Campiglia: “Ci siamo! Ci prepariamo come sempre, responsabili e disciplinati, consci della responsabilità ma leggeri nello spirito allontanando per un po' il pensiero di questo periodo importante e difficile per tutti e vedendo la luce in fondo al tunnel, convinti che faremo tutti del nostro meglio. Poi vinca il migliore e Forza azzurri!”.