Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Chiusura dei Mondiali di Sambo a Tashkent: i risultati

images/discipline/Sambo/large/09.jpg

Si è concluso domenica 15 novembre scorso a Tashkent (UZB), il 33° Campionato Mondiale seniores di SAMBO.  Il collaudato staff della FIAS unitamente all’ospitale comitato organizzatore della federazione Uzbeka, hanno reso perfetto lo svolgimento della manifestazione, nonostante le restrizioni covid-19 che hanno ridotto del 40% il numero dei partecipanti, hanno visto in gara atleti ed atlete di 50 rappresentative nazionali.  Tutti i componenti delle delegazioni si sono presentati all’arrivo muniti del test PCR Negativo, ed il giorno prima della gara sono stati sottoposti ad un altro test PRC, da personale della locale struttura ospedaliera che aveva allestito un’apposita area di controllo al palazzo dello sport.  Analogo test PCR è stato ripetuto per tutti i componenti le delegazioni il giorno prima della partenza. 

Entrando nel merito della competizione va detto che con la riduzione delle categorie di peso (7 maschili, 7 femminili e 7 di sambo combat), la lotta per il podio è stata davvero dura.    In ogni categoria c’erano almeno 10 sambisti tutti competitivi per una medaglia, resa ancora più preziosa dal premio in denaro (oro 4000$, argento 3000$ e bronzo 2000$).  Si sono visti combattimenti molto equilibrati ma esasperati agonisticamente, soprattutto dal punto di vista tattico.  Quasi tutti gli incontri sono terminati al limite del tempo con differenza di pochi punti. 

Gli atleti azzurri in gara non hanno raggiunto il podio, ma hanno dimostrato di esserne alla portata, grazie al duro lavoro di preparazione sia fisico che tecnico tattico, quest’ultimo punto andrà ancor più implementato per i nuovi membri della squadra nazionale in previsione delle competizioni del 2022, tutte qualificanti per gli eventi multisport previsti dal 2023 in poi (UNIVERSIADI, COMBAT GAMES, EUROPEAN GAMES).

 

di Roberto Ferraris

Segretario Generale Fias

pdf Sambo: Results_kg.64 (331 KB)

pdf Sambo: Results_kg.71 (346 KB)

pdf Sambo: Results_kg.88 (332 KB)

pdf Sambo: Results_kg.98 (309 KB)